Racconti di vita e di musica

Coordinatore scientifico: Massimo Privitera
 
Componenti del gruppo di ricerca:
Ella Nagy (Università di Padova)
Antonio Rostagno (Università di Roma La Sapienza)
Paolo Russo (Università di Parma)
Giulia Riili (Università di Ginevra)
Carlida Steffan (Istituto Musicale Vecchi-Tonelli di Modena-Carpi)

 
Scopo di questo progetto è raccogliere e studiare memorie e autobiografie di persone la cui vita è strettamente legata alla musica, secondo due assi di ricerca.
 
Il primo asse avrà come obiettivo assemblare una base dati il più esauriente possibile delle autobiografie già esistenti, pubblicate o manoscritte. Esso sarà online a libero accesso. In parallelo si costituirà un fondo librario specifico entro la Biblioteca “Gianni Milner” della Fondazione Levi, per raccogliere tutto il materiale edito ed inedito che si riesce a recuperare, i cui testi non più coperti da copyright potranno essere digitalizzati e resi disponibili al download gratuito. Si costituirà un gruppo di lavoro che assemblerà il data base e leggerà e analizzerà i testi, nella prospettiva di organizzare giornate di studio e/o convegni nei quali fare il punto sull’avanzamento della ricerca.
 
Il secondo asse avrà invece come obiettivo raccogliere nuove testimonianze autobiografiche direttamente dalla voce di persone la cui vita professionale è strettamente legata alla musica (strumentisti, cantanti, direttori, musicologi, direttori artistici, manager, liutai, etc.). Si faranno interviste videoregistrate, che andranno a costituire un archivio audiovisivo di proprietà della Fondazione. Le interviste più significative saranno trascritte e pubblicate, o in volumi specifici, o all’interno di un periodico dedicato, online. Tali interviste potranno essere fatte in presenza di un pubblico, andando così a costituire un cartellone di appuntamenti annuali da svolgere presso la Fondazione o altre sedi culturali veneziane.
 
Il lavoro del gruppo creerà un nuovo fondo librario per la Biblioteca “Gianni Milner” e una serie di documentazioni open access. Si proporranno incontri di studio per fare il punto sull’avanzamento della ricerca e un convegno nel 2023 alla Fondazione Levi.